Warning: session_start() expects parameter 1 to be array, string given in /home/customer/www/assoprevenzione.it/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 287
AssoPrevenzione | Riaperture dal 18 maggio: tutte le ordinanze regionali - AssoPrevenzione

Ha valore dal 18 maggio al 14 giugno il Dpcm recante le misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 contenente le disposizioni delle riaperture delle attività e l’allentamento delle restrizioni. Il Governo invita a mantenere la massima prudenza e a rispettare le disposizioni di sicurezza. L’epidemia di Coronavirus non è finita.

Al decreto della Presidenza del Consiglio, vanno ad aggiungersi le ordinanze delle Regioni italiane.

Le Regioni e le Province Autonome possono stabilire una diversa data anticipata o posticipata di alcune delle attività consentite dal decreto. Ecco di seguito tutti i provvedimenti presi dai governatori per fronteggiare la riapertura decisa dal Governo.

Consigliamo di approfondire il contenuto delle ordinanze complete ai link citati.

Il DPCM DEL 17 MAGGIO 2020
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/17/20A02717/sg

ORDINANZE REGIONALI

REGIONE ABRUZZO
Con l’O.P.G.R. n. 59 del 14.05.2020 la Regione Abruzzo ha disposto misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus Covid-19. Disposizioni per la riapertura di specifiche attività a far data dal 18 maggio 2020. Ulteriori disposizioni e chiarimenti relativi all’Ordinanza n. 56 del 6 maggio 2020. “La Regione Abruzzo non corre alcun pericolo, e la riapertura avverrà ordinatamente come previsto con largo anticipo con l’ordinanza 59 adottata già dal 14 maggio.

http://www.regione.abruzzo.it/content/opgr-n-59-del-14052020

REGIONE BASILICATA
Per la Regione Basilicata bisogna fare riferimento all’Ordinanza n° 22 su emergenza epidemiologica da Covid-19 pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata n. 46 – Supplemento ordinario del 17 maggio 2020 l’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n° 22 del 17 maggio 2020: “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’articolo 3, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 e dell’articolo 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica. – Ulteriori disposizioni”.

https://www.regione.basilicata.it/giuntacma//files/docs/DOCUMENT_FILE_3065596.pdf

REGIONE CALABRIA
La Presidente della Regione Jole Santelli ha firmato l’ordinanza n. 43 sulle linee guida per la Fase2 dell’emergenza coronavirus che prevede la riapertura delle attività economiche e produttive condivise dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome.
L’ordinanza recepisce il Dpcm del 17 maggio 2020.

https://portale.regione.calabria.it/website/portalmedia/2020-05/ORDINANZA-PRESIDENTE-GIUNTA-REGIONALE-_43_2020-(1).pdf

REGIONE CAMPANIA
Con l’Ordinanza n. 48 del 17/05/2020 la Regione Campania disciplina le riaperture previste dalla giornata di lunedì 18 maggio. Per le attività commerciali, riaprono i “servizi alla persona” (parrucchieri, barbieri, centri estetici…), le attività commerciali al dettaglio, i bar (con servizio al banco, non ancora ai tavolini) mentre la ristorazione ripartirà dal 21 maggio prossimo. Si conferma l’obbligo di mascherina all’aperto.
http://www.regione.campania.it/assets/documents/ordinanza-n-48-del-17-maggio-2020.pdf

REGIONE EMILIA ROMAGNA
Nella nuova ordinanza del Presidente Bonaccini si dispone la riapertura dal 18 maggio di negozi, commercio, ristorazione, alberghi, servizi alla persona. Resta l’obbligo della mascherina. I dettagli sono contenuti nel Decreto del presidente della Giunta regionale n. 82 del 17 maggio 2020
file:///D:/Downloads/DECRETO_82_17maggio2020.pdf

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA
Con l’Ordinanza contingibile e urgente n. 14/PC del 17 maggio 2020 la Regione Friuli Venezia Giulia ha disposto ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 autorizzando lo svolgimento di attività quali a) ristorazione, b) attività turistiche (balneazione), c) strutture ricettive, d) servizi alla persona (parrucchieri ed estetisti), e) commercio al dettaglio, f) commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti), g) uffici aperti al pubblico, h) piscine, i) palestre, l) manutenzione del verde, m) musei, archivi e biblioteche.
https://www.regione.fvg.it/rafvg/export/sites/default/RAFVG/hp-new/in-evidenza/allegati/Ordinanza_14_PC_FVG_dd_17_05_2020.pdf

REGIONE LAZIO
Con l’ordinanza n. Z00041 del 16/05/2020 e le relative linee guida, la Regione Lazio ha diramato le informazioni per ripartire sicuri dal 18 maggio. Saranno consentite le attività di: commercio al dettaglio in sede fissa, compresi centri commerciali e outlet; commercio su aree pubbliche (mercati, posteggi fuori mercato e chioschi); attività artigianali; servizi di somministrazione di alimenti e bevande; attività di servizi della persona (a titolo esemplificativo barbieri, parrucchieri centri estetici, centri tatuatori e piercing), con l’esclusione delle attività di gestione di bagni turchi, saune e bagni di vapore; agenzie di viaggio.
http://www.regione.lazio.it/binary/rl_main/tbl_news/Ordinanza_Z00041_16_05_2020.pdf

REGIONE LIGURIA
Regione Liguria ha emanato l’ordinanza n.30, cui sono allegate le linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative a partire da lunedì 18 maggio.
https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/17/20A02717/sg

REGIONE LOMBARDIA
Il 17 maggio il presidente Attilio Fontana ha firmato l’Ordinanza n. 547, che integra le misure approvate dal DPCM del 17 maggio 2020. Le disposizioni riportate nell’Ordinanza di Regione Lombardia hanno validità fino al 31 maggio 2020. L’ordinanza regionale conferma l’obbligo di indossare mascherine o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, anche all’aperto, tranne nel caso di intense attività motorie o sportive. Non sono invece consentite le attività, neanche all’aperto, di piscine e palestre.
https://www.regione.lombardia.it/wps/wcm/connect/53354e9a-a326-43b4-b6d76bf47e53f7f2/Ordinana+Regione+Lombardia+547+del+17+maggio+2020.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=ROOTWORKSPACE-53354e9a-a326-43b4-b6d7-6bf47e53f7f2-n8Ar6ek

REGIONE MARCHE
Con il decreto n. 152 del 15 maggio 2020 la Regione Marche ha ufficializzato la riapertura delle attività produttive per lunedì 18 maggio. Riaprono dunque nelle Marche le attività di: Somministrazione di alimenti e bevande (bar e ristoranti) svolte anche da parte di attività artigianali (come ad esempio pizzerie, rosticcerie, friggitorie, pasticcerie, gelaterie, pizzerie al taglio); Commercio su aree Pubbliche (mercati, fiere, posteggi, commercio itinerante); Commercio al dettaglio in sede fissa (negozi) Acconciatore, estetista, centro benessere; Tatuatore e piercing; Sgombero cantine e solai. Il decreto subordina la riapertura al rispetto dei protocolli per la sicurezza sanitaria.
https://www.regione.marche.it/Portals/0/Salute/Coronavirus/DecretoPresidente_SOGGETTO%20ATTUATORE_N%20152%20del%2015%20maggio%202020.pdf

REGIONE MOLISE
ll presidente della Regione Molise, Donato Toma, ha emanato una nuova ordinanza, la n. 31 del 17 maggio 2020, avente ad oggetto ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Nello specifico, il provvedimento riguarda le attività dei servizi di ristorazione, le attività inerenti ai servizi alla persona e le attività degli stabilimenti balneari nell’intero territorio regionale.
https://cloud.urbi.it/urbi/progs/urp/ur2DE001.sto?StwEvent=101&DB_NAME=l1200158&IdDelibere=81428

REGIONE PIEMONTE
Il Decreto del Presidente della Giunta Regionale n. 58 – 18 maggio 2020 è valido dal 18 al 24 maggio 2020 è del tutto analogo a quello firmato e pubblicato il 17 (ordinanza n. 57 del 17 maggio), ad eccezione dei 3 punti che sono stati modificati in seguito alle segnalazioni pervenute dalle Prefetture e dai Comuni. Il provvedimento dispone: da oggi la riapertura di negozi al dettaglio, parrucchieri, centri estetici, studi di tatuaggio e piercing. servizi per gli animali, musei, archivi e biblioteche, altre strutture ricettive ancora chiuse; dal 20 maggio il ritorno nei mercati dei banchi extralimentari; dal 23 maggio la riapertura di bar, ristoranti, trattorie, pizzerie, self-service, pub, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e le altre attività di somministrazione alimenti.
https://www.regione.piemonte.it/web/sites/default/files/media/documenti/2020-05/decreto_presidente_della_giunta_regionale_n.5818_maggio_2020.pdf https://www.regione.piemonte.it/web/sites/default/files/media/documenti/2020-05/decreto_presidente_della_giunta_regionale_n._57-_17_maggio_2020.pdf

REGIONE PUGLIA
Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha emanato l’ordinanza num. 237 sulla riapertura delle attività economiche e produttive. Con le linee guida regionali, da lunedì 18 maggio potranno riaprire: negozi, mercati, bar, ristoranti, parrucchieri, centri estetici, tatuatori, alberghi, strutture ricettive all’aria aperta, zoo e campeggi. Da lunedì 25 maggio potranno riaprire: stabilimenti balneari e spiagge libere, palestre, piscine, centri sportivi, musei, biblioteche, archivi.
https://www.regione.puglia.it/documents/65725/0/ordinanza+237+%28con+allegati%29_signed.pdf/c94bfb7e-f5a6-dcf1-c9de-fc382791f27f?t=1589750072921

REGIONE SARDEGNA
Con l’ordinanza n.23 del 17 maggio 2020, ai sensi dell’art.32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n.833 in materia di igiene e sanità pubblica, la Regione Sardegna ha stabilito ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna. All’articolo 13 dell’ordinanza troviamo la lista delle attività la cui apertura è consentita.
https://www.regione.sardegna.it/documenti/1_819_20200518100518.pdf

REGIONE SICILIA
Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci ha firmato la nuova ordinanza che recepisce il decreto del presidente del Consiglio e regolamenta, tra l’altro, le attività economiche e produttive, il trasporto pubblico e la prevenzione sanitaria. Il provvedimento, l’ordinanza contingibile e urgente n. 21 del 17.05.2020, entra in vigore da lunedì 18 maggio.
http://pti.regione.sicilia.it/portal/page/portal/PIR_PORTALE/PIR_IlPresidente/PIR_Archivio/PIR_CoronavirusMusumecifirmanuovaordinanzaperriaperture/ordinanza-21-17052020.pdf

REGIONE TOSCANA
Con Ordinanza 57 del 17 maggio 2020 la Regione Toscana ha stabilito ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Avvio della Fase 2. La Regione dispone, tenuto conto del quadro epidemiologico regionale e fatto salvo quanto stabilito dalle “disposizioni generali” sopra riportate, la riapertura di tutte le attività economiche, produttive e sociali nel rispetto dei settori e della tempistica indicata dal governo nel DPCM del 17 maggio 2020 e delle misure previste nelle Linee guida di cui all’allegato 17 del DPCM 17 maggio 2020.
http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/Contenuto.xml?id=5252545&nomeFile=Ordinanza_del_Presidente_n.57_del_17-05-2020

REGIONE UMBRIA
Pubblicato il Dpcm, la Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, ha firmato l’Ordinanza n. 25 del 17 maggio 2020 – Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 – Riavvio parziale delle attività economiche e produttive attualmente sospese – A decorrere dal 18.05.2020. Previste le riaperture di: commercio al dettaglio ad eccezione delle attività di commercio ambulante, attività di parrucchieri e barbieri nonché centri estetici, centri massaggi e altri servizi alla persona, ad eccezione delle attività di centri di benessere fisico, stabilimenti termali, pubblici esercizi, bar e attività di ristorazione; agenzie di viaggio, tour operator, servizi di prenotazione turistica, guide turistiche ed attività connesse; autoscuole, stabilendo inoltre che a decorrere dal 20 maggio 2020 potranno essere realizzati corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche.
http://www.regione.umbria.it/documents/18/20643257/ORDINANZA_25.pdf/6ff05db4-f184-4998-8818-10df53109a80

REGIONE VENETO
Nell’Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale N. 48 Del 17/05/2020 sono disposte misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da virus COVID-19 ed Ulteriori disposizioni. Dal 18 maggio 2020 è ammesso, nel rispetto delle linee guida, lo svolgimento di attività quali: ristorazione, stabilimenti balneari; strutture ricettive, rifugi alpini, campeggi, servizi alla persona, parrucchieri, barbieri, estetisti, tatuatori, trattamenti per animali di affezione, con esclusione di trattamenti con bagno turco, saune e attività termali, commercio al dettaglio, commercio al dettaglio su aree pubbliche, mercati, mercati settimanali, mercati agricoli, mercatini degli hobbisti e dell’usato, ambulanti; uffici aperti al pubblico; autoscuole; Attività di produzione teatrale e artistica senza presenza di pubblico; piscine; palestre; impianti sportivi; manutenzione del verde; musei, archivi e biblioteche; parchi zoologici e riserve naturali; trasporto di persone mediante impianti a fune; attività non specificamente indicate.
https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioOrdinanzaPGR.aspx?id=420370

Area Comunicazione