Warning: session_start() expects parameter 1 to be array, string given in /home/customer/www/assoprevenzione.it/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 287
AssoPrevenzione | Covid-19, nuovo dpcm del Governo: è "semi-lockdown" - AssoPrevenzione

“Semi-lockdown”: il nuovo dpcm

“Semi-lockdown”. Così è stato chiamato da molti l’insieme di nuove norme messe a punto dal Governo per far fronte alla nuova preoccupante impennata di casi di Covid-19 nel nostro paese. Con il dpcm del 24 ottobre firmato dal Presidente Conte, sono state previste nuove misure che hanno disposto la chiusura di diverse attività tra cui palestre, piscine, impianti sciistici e centri termali e diverse altre limitazioni per arginare la nuova avanzata del Covid nel paese e per tentare di non penalizzare l’economia.


“Le attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) – si legge nel dpcm – sono consentite dalle ore 5.00 fino alle 18.00; il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi; dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico; resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati;

resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze; le attività di cui al primo periodo restano consentite a condizione che le Regioni e le Province autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento delle suddette attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che individuino i protocolli o le linee guida applicabili idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi; detti protocolli o linee guida sono adottati dalle Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome nel rispetto dei principi contenuti nei protocolli o nelle linee guida nazionali e comunque in coerenza con i criteri di cui all’allegato 10; continuano a essere consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nei limiti e alle condizioni di cui al periodo precedente”.

Chiusura anche per cinema e teatri mentre la didattica a distanza è prevista almeno al 75% negli istituti superiori, prevista l’apertura dei centri commerciali nel fine settimana. Viene raccomandato ai cittadini di “non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità, per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi” così come è raccomandata la non ricezione di persone non conviventi nelle abitazioni private. Vietate anche tutte le feste e i banchetti.
Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo e casinò. Vietate sagre, fiere e analoghi eventi mentre sono consentite le manifestazioni fieristiche di carattere nazionale e internazionale che ottemperano ai Protocolli validati dal Comitato tecnico-scientifico di cui all’ art. 2 dell’ordinanza 3 febbraio 2020, n. 630. I musei restano aperti in modalità fruizione contingentata.

Per leggere il contenuto integrale del DPCM DEL 24 OTTOBRE 2020.

Area Comunicazione