Warning: session_start() expects parameter 1 to be array, string given in /home/customer/www/assoprevenzione.it/public_html/wp-includes/class-wp-hook.php on line 303
AssoPrevenzione | ANTINCENDIO: DOTAZIONE MINIMA PER GLI ADDETTI - AssoPrevenzione

Il Tit. V della nuova Regola tecnica antincendio nelle strutture pubbliche e private della sanità, tratta dell’obbligo, da parte dei responsabili delle attività, di adottare il Sistema di gestione della sicurezza, finalizzato all’adeguamento antincendio.

I responsabili delle strutture sanitarie, oltre all’adozione del Sistema di gestione della sicurezza, hanno inoltre l’obbligo sia di identificare il responsabile tecnico della sicurezza antincendio (per essere considerato tale deve possedere l’attestato di partecipazione, con esito positivo, al corso base di specializzazione previsto dal decreto del Ministro dell’interno 5 agosto 2011), avente mansioni di pianificazione, di coordinamento e di verifica dell’adeguamento nelle diverse fasi previste, indicando la posizione organigramma aziendale e le relative deleghe, che di designare gli addetti antincendio.

Le funzioni che devono svolgere questi ultimi sono di due tipi, la prima è quella di addetti di compartimento, si tratta di assicurare il primo intervento diretto e possono svolgere anche altre funzioni sanitarie o non; la seconda è quella di squadra antincendio, che si deve occupare dei controlli preventivi e dell’intervento in caso di incendio, anche in supporto agli addetti di compartimento.

Nell’allegato è presente una tabella nella quale viene stabilito il numero minimo degli addetti di compartimento presenti 24 ore su 24, calcolato considerando sia il numero di posti letto effettivamente presenti nella struttura (oltre 25 e fino a 50; oltre 50 e fino a 100) che della tipologia di quest’ultima; la dotazione minima obbligatoria di addetti, è diversa, quindi, a seconda che si tratti di strutture che erogano prestazioni in regime ospedaliero o di strutture che erogano prestazioni in regime residenziale. Nello specifico, il numero degli addetti va da un minimo di “almeno 1” , per le strutture che erogano prestazioni in regime residenziale con un numero di posti letto da 25 a 50, a un massimo di “almeno 2 per piano, almeno 1 per compartimento, almeno 1 ogni 20 posti” per le strutture con oltre 100 posti letto.

Per quel che riguarda il numero dei componenti della squadra “aggiuntivi”, rispetto agli addetti di compartimento, viene determinato considerando diverse componenti, per esempio, la superficie del compartimento e l’altezza antincendio, che è quella dell’edificio più alto.

L’allegato cita che, designando gli addetti, “si adempie anche all’obbligo previsto dall’art. 18 del Testo Unico 81/08”, che tra gli obblighi del datore di lavoro, lettera b) annovera il “designare preventivamente i lavoratori incaricati dell’attuazione delle misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei luoghi di lavoro in caso di pericolo grave e immediato, di salvataggio, di primo soccorso e, comunque, di gestione dell’emergenza”.

AEP